Biancaneve e i sette nani

biancaneve 

Trama

« Specchio, servo delle mie brame, chi è la più bella del reame? »
 
(La Regina allo Specchio magico)

Biancaneve e i sette nani (titolo originale Snow White and the seven Dwarfs) è il primo Classico Disney.

È stato, infatti, il primo lungometraggio d’animazione prodotto da Walt Disney, che con molta fatica ha portato nei cinema di tutto il mondo uno splendido prodotto, per qualità e fattura, tratto dall’omonima fiaba dei fratelli Grimm.

Interamente creato con mezzi artigianali (disegni a mano) e con gli sfondi realizzati con la tecnica dell’acquerello, ripropone la trama dei fratelli Grimm aggiungendo un finale più romantico (il bacio del principe che risveglia Biancaneve) ed un maggiore approfondimento dei personaggi e, soprattutto, dando un nome ai sette nani (Dotto, Gongolo, Eolo, Cucciolo, Brontolo, Mammolo e Pisolo). Di questa riduzione fu molto criticata la figura della strega, a causa della sua caratterizzazione fortemente negativa rispetto all’immaginario infantile. La scelta di Disney, però, era coerente con il messaggio di fondo che l’autore voleva inviare al suo pubblico, che pragmaticamente supponeva composto anche da adulti: il bene è sempre preferibile al male, e quindi quest’ultimo deve essere descritto come abominevole e terribile.

Biancaneve è una bellissima principessa costretta dalla malvagia regina e strega Grimilde, ad occuparsi delle faccende più umili. Un giorno la regina interrogando il suo specchio magico si sente rispondere che la più bella del reame non è più lei bensì Biancaneve. Verde d’invidia Grimilde ordina a un cacciatore di accompagnare la fanciulla nel bosco, di ucciderla e di portarle il suo cuore, ma l’uomo all’ultimo momento non si dimostra crudele quanto la matrigna e lascia scappare Biancaneve. Persasi nella foresta la principessa raggiunge una casetta deserta e disordinata che con molta buona volontà e con l’aiuto dei suoi amici animali decide di rimettere in ordine, sperando che i suoi occupanti, al loro ritorno, le permettano di restare. I sette nani, cioè gli abitanti della casetta, una volta tornati dalla loro miniera di diamanti acconsentono ad ospitarla, avendo la fanciulla fatto breccia nel cuore di tutti loro con la sua dolcezza e bontà. Ma la regina dopo aver scoperto che Biancaneve è ancora viva decide di passare all’azione in prima persona e si tramuta in una orribile vecchia, dirigendosi quindi alla casetta dei nani con una mela avvelenata da regalare a Biancaneve L’ingenua ragazza accoglie la vecchia mentre i nani sono via e addenta la mela, cadendo in un sonno mortale. La perfida regina rimane però uccisa cadendo in un baratro mentre cerca di schiacciare con un masso i nani nel frattempo accorsi, avvisati dagli animali del bosco. Per Biancaneve però sembra troppo tardi: i nani nonostante tutto non se la sentono di seppellirla e la conservano in una bara di cristallo. Il Principe Azzurro che passava di là, però, riconosce in lei il suo vero amore e la bacia, risvegliandola e portandola infine al suo castello, dove vissero per sempre felici e contenti.

Crediti

Titolo originale: Snow White and the Seven Dwarfs
Paese: USA
Anno: 1937
Durata: 83′
Genere: animazione
Regia: David Hand
Soggetto: Jacob Grimm, Wilhelm Grimm
Sceneggiatura: Dorothy Ann Blank, Richard Creedon, Merrill De Maris, Otto Englander, Earl Hurd, Dick Richard, Ted Sears, Webb Smith
Art director: Ken Anderson, Tom Codrick, Hugh Hennesy, Harold Miles, Kendall O’Connor, Charles Philippi, Hazel Sewell, Terrell Stapp, McLaren Stewart, Gustaf Tenggren

Animatori: Marc Davis, Arthur Babbitt, Bill Roberts, Wolfgang Reithermann, Norman Ferguson, Hamilton Luske, James Algar, Frank Thomas, Stan Quackenbush, James Culhane, Bernard Barbutt, Fred Spencer, Al Eugster, Dick Lundy, Grim Natwick, Robert Martsch, Ugo D’Orsi, Robert Stokes, Cy Young, Vladimir Tytla, Marvin Woodward, George Rowley, Fred Moore, Joshua Meador, Ward Kimball, Milt Kahl, Eric Larson, Les Clark, Jack Campbell

Doppiatori originali:

Adriana Caselotti: Biancaneve
Harry Stockwell: Principe
Lucille La Verne: Regina, Strega
Roy Atwell: Dotto
Pinto Colvig: Pisolo, Brontolo
Billy Gilbert: Eolo
Otis Harlan: Gongolo
Scotty Mattraw: Mammolo
Eddie Collins: Cucciolo
Olsen Moroni: Specchio Magico
Stuart Buchanan: Cacciatore

Fotografia: Maxwell Morgan
Montaggio: William Cottrell, Wilfred Jackson, Larry Morey, Perce Pearce, Ben Sharpsteen
Musiche: Frank Churchill, Leigh Harline, Paul J.Smith
Sfondi: Maurice Noble
Premi:
1938: Grande Trofeo d’Arte della Biennale dal Festival del Cinema di Venezia
1939
Oscar speciale dall’Academy
Special Award dal New York Film Critics Circle Awards
1987: Special Award dal Motion Picture Screen Cartoonists Awards per il cinquantesimo anniversario del film
2001: Video Premiere Award dal DVD Exclusive Awards per i migliori contenuti speciali del DVD
2002: Saturn Award dall’Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films per la migliore edizione DVD di un film classico

biancaneve1

 

biancaneve2

 

biancaneve3

 

biancaneve4

 

http://rapidshare.com/files/180451940/Biancaneve_e_i_sette_nani_.txt

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in 05 - Cartoons - Qualità DVDrip. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...