Shrek 2

shrek-2

 

« Meglio fuori che dentro! »
 
(Shrek a Fiona, dal film)

 Trama

Shrek 2 è un film d’animazione del 2004, sequel del film Shrek del 2001, prodotto dalla DreamWorks Pictures.

 Shrek e Fiona sono appena tornati dal viaggio di nozze e vengono invitati dai genitori di Fiona ad un ballo di gala, dove l’orco riceverà la “regale benedizione”. Shrek, benché contrario alla partenza, cede per amore della moglie e parte su una carrozza assieme a Fiona e al fido Ciuchino verso il regno di “molto molto lontano” (Far far away), mentre Pinocchio e tutti i personaggi delle favole si prendono “cura” della casa nella palude, mettendo però tutto a soqquadro. Dopo un lungo viaggio, Shrek e Fiona arrivano al castello dei genitori, che rimangono sbigottiti alla vista dell’orco dato che non era il loro prescelto, il principe Azzurro.

Shrek durante la cena ha un duro scontro con Re Harold, il suocero, e Fiona arrabbiata si rinchiude nella sua stanza iniziando a piangere. Lì incontra la fata madrina, madre di Azzurro, che, sapute le novità, va da Harold, facendolo salire sulla sua carrozza e imponendogli di uccidere Shrek per far diventare re suo figlio. Il re si reca così alla “Mela Avvelenata”, una locanda nella periferia, dove incarica il gatto con gli stivali di uccidere Shrek.
Subito dopo, Harold invita Shrek per una caccia mattutina.

Shrek però, partito la mattina seguente insieme a Ciuchino, incontra il gatto che riesce a sconfiggere. Tra loro nasce subito un’amicizia e con lui va nel laboratorio della fata madrina, perché Shrek vuole un aiuto per rendere felice Fiona. La fata madrina però gli dice che gli orchi non potranno mai vivere felici e contenti, così ruba la pozione “Per Sempre Felici e Contenti”, che ha effetti portentosi, ma temporanei: deve baciare il suo “vero amore” entro mezzanotte.

Seppur scoperti durante il furto, riescono a fuggire; Ciuchino e Shrek bevono la pozione e mentre il primo diventa uno splendido stallone, l’orco diventa un bellissimo uomo. Contemporaneamente, al castello, Fiona ritorna la donna di prima e, incontrato Azzurro, lo crede il marito; Shrek, che assiste alla scena, viene convinto dalla fata madrina a non avvertire Fiona dello sbaglio pensando che sia meglio per lei realizzare il suo sogno originale, sposare il principe azzurro e vivere come una vera principessa.

Depresso, si ferma quindi a bere alla “locanda della mela avvelenata” dove vede Re Harold e decide di spiarlo: lì scopre la fata madrina mentre consegna al suocero una bottiglietta contenente una pozione che, bevuta da Fiona, la farà innamorare del primo uomo che bacerà. Harold non vorrebbe, ma è costretto dalla minaccia della fata che gli ricorda il primo patto contratto tra di loro.

Shrek decide quindi di dire tutto a Fiona ma, scoperto e catturato dalle guardie, viene imprigionato. Con l’aiuto degli amici delle favole riesce a liberarsi e corre al castello dove si svolge il ballo di gala; nel frattempo Fiona, accortasi dei cambiamenti di carattere del marito, se ne lamenta col padre mentre lui sta per versargli la pozione in una bevanda. All’arrivo di Shrek nella sala del ballo, Azzurro bacia Fiona, ma non succede nulla: il padre, Re Harold, aveva infatti deciso di non far bere la pozione alla figlia. Scoppia così uno scontro tra i personaggi delle favole e la fata madrina; alla fine la fata, furiosa, lancia un incantesimo su Shrek, ma il Re si getta in mezzo e l’incantesimo, in parte riflesso, fa scomparire la fata; raggiunto dalla famiglia, si scopre che Re Harold era un rospo, trasformato in uomo dalla fata per poter sposare la regina.

Mentre suonano i rintocchi di mezzanotte Shrek chiede a Fiona di baciarlo, così da poter rimanere umani; lei però rinuncia per rimanere orchessa e felice. L’incantesimo si dissolve e Shrek, Fiona e Ciuchino ritornano quello che erano. Al quel punto, iniziano i festeggiamenti.

 Crediti

Titolo originale: Shrek 2
Paese: USA
Anno: 2004
Durata: 92′
Genere: animazione, commedia
Regia: Andrew Adamson, Kelly Asbury, Conrad Vernon
Soggetto: William Steig, Andrew Adamson
Sceneggiatura: Andrew Adamson, Joe Stillman, J. David Stem, David N. Weiss
Casa di produzione: Dreamworks
Distribuzione (Italia): Dreamworks
Art director: Steve Pilcher

Doppiatori originali:

Mike Myers: Shrek
Eddie Murphy: Ciuchino
Cameron Diaz: Principessa Fiona
Antonio Banderas: Gatto con gli stivali
Julie Andrews: Regina Lillian
John Cleese: Re Harold
Rupert Everett: Principe Azzurro
Jennifer Saunders: Fata Madrina
Larry King: Doris, la sorellastra brutta
Aron Warner: Lupo
Kelly Asbury: Paggio/Elfo/Nobile/Figlio del nobile
Cody Cameron: Pinocchio/Tre Porcellini
Conrad Vernon: Uomo Focaccina/Cedric/Annunciatore/Omino Muffin/Mongo
Christopher Knights: Topolino cieco
David P. Smith: Araldo/Uomo con la scatola
Mark Moseley: Specchio
Kelly Cooney: Impiegato del fast-food
Wendy Bilanski: Rana al bar
Guillaume Aretos: Receptionist
Chris Miller: Humphries/Specchio magico
Latifa Ouaou: Bambola/Jill
Joan Rivers: Joan Rivers
Andrew Adamson: Capitano delle guardie

Doppiatori italiani:

Renato Cecchetto: Shrek
Nanni Baldini: Ciuchino
Selvaggia Quattrini: Principessa Fiona
Massimo Rossi: Gatto con gli stivali
Maria Pia di Meo: Regina Lillian
Giorgio Lopez: Re Harold
Francesco Prando: Principe Azzurro
Silvana Fantini: Fata Madrina
Mario Bombardieri: Doris, la sorellastra
Pino Insegno: Specchio Magico
Corrado Conforti: Pinocchio
Francesca Fiorentini: Jill
Stefano Rufini: Araldo

Fotografia: Guillaume Aretos
Montaggio: Michael Andrews
Musiche: AA. VV.
Sfondi: Isis Mussenden

shrek-21

 

shrek-22

 

shrek-23

 

shrek-224

 

shrek-25

 

http://rapidshare.com/files/147417866/Shrek_2.txt

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 05 - Cartoons - Qualità DVDrip. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...